statistiche gratuite

Bagan

Bagan – Old Bagan – è un sito archeologico che interessa un’area di oltre 100km², situato 480 km a nord di Yangon e 150km a sud-ovest di Mandalay. Vedi Mappa

Con oltre 4,000 templi e palazzi realizzati nel periodo compreso dal XI al XIII secolo, Old Bagan è un patrimonio storico-culturale di inestimabile valore, paragonabile ad Angkor (Cambogia), Sukhothai ed Ayutthaya (Thailandia).

Dal 1986, i templi dell’area archeologica di Bagan rientrano ufficialmente tra i patrimoni dell’UNESCO.

Nel 1990 i residenti del villaggio sito nell’area archeologica furono trasferiti a New Bagan, nuovo insediamento situato 4km a sud.

Situata 7km a nord-est dell’area archeologica, Nyaung-U rappresenta il centro cittadino principale e punto di riferimento per tutti i trasferimenti da/per Bagan.

Cenni Storici

Il periodo d’oro di Bagan coincide con l’ascesa al trono di Re Anawratha (1044).

All’epoca il Regno di Bagan aveva un’estensione territoriale piuttosto modesta.

L’area in cui sorge Bagan, infatti, è caratterizzata da un clima particolarmente arido, con scarse precipitazioni.

Una delle prime opere commissionate da Anawrahta fu la realizzazione di un sistema d’irrigazione in grado di garantire una buon approvigionamento idrico per l’agricoltura.

Furono realizzate una serie di dighe ed una fitta rete di canali che trasformarono l’area desertica circostante Bagan in un’area coltivabile tutto l’arco dell’anno.

Questa trasformazione del territorio attirò un elevato numero di persone che aumento in modo considerevole la popolazione del regno.

All’incremento demografico seguì un altrettanto considerevole aumento dell’estensione territoriale.

Anawrahta annesse i regni dell’intera valle dell’Irrawaddy, diversi Stati Shan (odierna Birmania nord-orientale) ed il Regno di Arakan (odierno Stato Rakhine, Birmania occidentale).

La conversione al Buddhismo

Inizialmente il regno era caratterizzato da una forma di sincretismo (*), costituita principalmente dall’Induismo, Buddismo Tantrico e Animismo (Nat).

(*) convergenza di elementi ideologici diversi ed inconciliabili, attuata in relazione ad esigenze di carattere pratico.

Nel 1056, Manuha, sovrano del Regno Mon di Thaton, inviò alla corte di Anawrahta un monaco buddista di nome Shin Arahan.

Letteralmente estasiato dagli insegnamenti del monaco, Anawrahta si convertì al Buddismo Theravada.

Re Anawratha chiese al sovrano del Regno Mon di consegnargli i testi sacri della dottrina Buddista (Tripitaka) e alcune relique del Buddha.

Mahuba (ovviamente) si rifiutò. Considerato un affronto personale, Anawrahta sferrò una imponente offensiva contro il Regno Mon, che fu sconfitto ed annesso al Regno di Bagan (creando di fatto il Primo Impero Birmano).

Anawratha tornò a Bagan con i testi sacri del Buddismo, alcuni reliquie del Buddha, i principali monaci di Thaton e numerosi artigiani (impiegati successivamente per la costruzione dei principali monumenti della capitale).

La Golden Age di Bagan

Il sovrano commissionò la costruzione di numerosi templi e palazzi, tra cui la Shwesandaw Pagoda e la splendida Shwezigon Pagoda.

In breve tempo, la città divenne il principale centro buddista del sud-est asiatico.

I successori di Re Anawratha, Kyanzittha (1084-1113), Alaung Sithu (1113-1167) e Narapati Sithu (1174-1211) continuarono l’opera.

In poco più di due secoli furono costruiti complessivamente più di 10,000 edifici!

Nel periodo compreso dalla fine del XII secolo alla meta del XIII secolo Bagan contava piu di 2 milioni di abitanti.

Durante tale periodo, il Regno di Bagan (Primo Impero Birmano) divenne uno dei più potenti e vasti imperi del sud-est asitico (congiutamente all’Impero Khmer).

Il declino

Verso la fine del XIII secolo l’impero iniziò un lento ed inesorabile declino.

Nel 1260 ci fu una prima invasione da parte delle orde mongole di Kubilai Khan (Khan “Il Grande”), fondatore della Dinastia Yuan, sovrano del potente Impero Mongolo.

Nel 1273 Re Narathihapate (*) fece giustiziare i membri di una delegazione inviata da Kublai Khan.

(*) Narathihapate (Sithu IV) fu l’ultimo sovrano del Regno di Bagan (1256-1287).

Considerato un grave affronto, dal 1277 al 1287 i mongoli invasero e saccheggiarono ripetutamente i territori del regno, costringendo il sovrano alla fuga (*)

(*) Re Narathihapate è denominato dagli storici “Taruk-Pyay Min”, che letteralmente significa “Il Re che fuggì dai Mongoli”.

Il Regno Shan ed il Regno Mon approfittarono della situazione riconquistando i territori originari.

Clima | Quando andare

Le regioni della Birmania Centrale, Settentrionale ed Orientale sono caratterizzate da 3 stagioni:

  • Novembre-Febbraio: la Stagione Fresca, caratterizzata da una escursione termica piuttosto elevata;
  • Marzo-Maggio: la Stagione Calda, con precipitazioni assenti e temperature diurne di 35-37°C;
  • Giugno-Ottobre: la Stagione delle Piogge, con 8-10 giorni piovosi al mese ed un tasso di umidità particolarmente elevato.

Come arrivare

L’aeroporto di Nyaung-U (Cod. IATA: NYU) rappresenta il punto di riferimento per tutti i trasferimenti aerei da/per Bagan.

In alternativa, Bagan è raggiungibile da Mandalay per via fluviale (8-10 ore di navigazione lungo il corso dell’Irrawaddy) e per via stradale (circa 4 ore in minivan).

Facebook | INDOCINATOURS  Instagram | INDOCINATOURS