statistiche gratuite

Monte Popa

Monte Popa è situato 50km a sud-est di Bagan, raggiungibile da quest’ultima in poco più di un’ora. Vedi Mappa

In lingua locale, Monte Popa significa “Il Monte dei Fiori”.

Infatti, nonostante il territorio dell’intera regione sia particolarmente arido, il Monte Popa – rilievo di origine vulcanica – è caratterizzato da una vegetazione rigogliosa, con numerosi specie floreali.

Alla sommità del rilievo – 740 metri s.l.m. – c’è il Popa Taungkalat, tempio accessibile attraverso una (ripida) scalinata coperta di 777 gradini (vedi fotto sotto).

La terrazza del tempio garantisce una veduta panoramica a 360 gradi (*)

(*) nelle giornate limpide si vede Bagan e l’Irrawaddy.

La dimora degli spiriti

Molto frequentato e venerato dalla popolazione locale, il Monte Popa è considerato la dimora degli spiriti che caratterizzano il culto popolare (Nat).

Come la maggior parte degli altri Paesi del sudest asiatico, anche in Birmania il buddismo “convive” con l’animismo (sincretismo).

Se si domanda ad un birmano qual’è la sua religione, lui risponderà «il buddismo, con un gran rispetto (timore) per gli spiriti».

La leggenda di Mae Wunna

Secondo una antica leggenda, il sovrano Anawrahta, fondatore del Primo Impero Birmano, ordinò ad un servitore di nome Byatta di recarsi quotidianamente presso il Monte Popa per raccogliere dei fiori freschi.

Un giorno, Byatta incontrò una orchessa di nome Mae Wunna, residente presso il Monte Popa.

Byatta s’innamorò di Mae Wunna, che diede alla luce due figli: Min Gyi e Min Lay.

Scoperta la relazione, il sovrano fece giustiziare Byatta, a seguito del quale Mae Wunna morì di crepacuore.

Entrambi divennero degli spiriti – nat – che tutt’oggi risiedono presso il Monte Popa.

Successivamente furono giustiziati anche i due figli, che diventarono anch’essi degli spiriti.

Mae Wunna è considerata la “Madre del Monte Popa” (foto sotto).

⇒ Vedi gli altri ITINERARI DI BAGAN

Facebook | INDOCINATOURS  Instagram | INDOCINATOURS