statistiche gratuite
Mandalay Palace | Golden Palace Mandalay Birmania

 Home » Birmania» Destinazioni » Mandalay » Golden Palace Mandalay

Mandalay Palace

Mandalay Palace – Golden Palace Mandalay – è situato nell’area settentrionale di Mandalay.

Mappa Golden Palace Mandalay » Mappa

Commissionato nel 1857 dal sovrano Mindon Min, il Mandalay Palace rappresenta l’ultima residenza reale della Birmania.

Cenni Storici

Costruzione

Nel 1857 il sovrano Mindon Min (1808-1878) decise di trasferire la capitale del regno da Amarapura a Mandalay.

(*) Mindon Min fu il penultimo sovrano della Birmania. Incoronato nel 1853, Mindon rappresenta tutt’oggi uno dei sovrani più venerati e rispettati.

Fedele buddhista, Mindon fece incidere i testi sacri della dottrina Buddhista  – Tripitaka – su 729 stele di marmo, attualmente custodite presso la Kuthodaw Pagoda, situata in prossimità del Mandalay Palace.

I lavori di costruzione iniziarono nel Giugno del 1857. Durante tale periodo il palazzo reale di Amarapura fu smantellato ed il legname fu utilizzato per la costruzione di alcuni edifici del nuovo complesso.

Golden Palace Mandalay fu inaugurato ufficialmente il 23 Maggio del 1859.

La leggenda

Secondo la leggenda, Mindon realizzò il Mandalay Palace nel luogo indicato dal Buddha (*)

(*) Gautama Buddha, giunto alla sommità di Mandalay Hill in compagnia del discepolo Ananda, profetizzò che ai piedi della collina sarebbe sorta una grande città. Il Buddha indicò esattamente il punto in cui sarebbe sorta la cittadina.

Nel luogo in cui il Buddha profetizzò la fondazione di Mandalay c’è un’enorme statua del Buddha che indica il Mandalay Palace.

Periodo coloniale

Dopo la morte di Mindon (1878) salì al trono Thibaw, ultimo sovrano della dinastia reale Konbaung (*).

(*) Thibaw era figlio di Mindon e di Hsinbyumashin, una delle numerose “regine minori” del sovrano. Quest’ultima, per favorire l’ascesa al trono di Thibaw, poco prima della morte di Mindon fece assassinare tutti gli eredi al trono.

Da parte sua, dopo esser stato proclamato sovrano del regno, Thibaw fece giustiziare 79 ufficiali di corte, ritenuti dei “servitori non fedeli al sovrano”.

Questo fatto non passò inosservato all’Impero Britannico. Approfittando del malcontento generale che aleggiava intorno a Thibaw, nel 1885 le truppe Inglesi sferrarono un’offensiva contro i Birmani (Terza Guerra Anglo-Birmana).

In meno di 2 settimane conquistarono la capitale Mandalay ed il sovrano Thibaw fu mandato in esilio in India.

Gli Inglesi stanziarono le proprie truppe all’interno del Mandalay Palace e lo rinominarono Fort Dufferin.

Seconda Guerra Mondiale

Durante la Seconda Guerra Mondiale, l’Impero Giapponese occupò la Birmania dal 1942 al 1945.

Utilizzato dai giapponesi come deposito strategico, il complesso fu raso al suolo dai bombardamenti alleati nel 1945.

Mandalay Palace fu completamente ricostruito soltanto nel 1989.

Descrizione

La cinta muraria

Il Mandalay Palace in realtà era una vera e propria cittadella fortificata. Il complesso, infatti, sorge all’interno di una imponente cinta muraria – alta 6,86 metri, con uno spessore alla base di 3 metri con un perimetro di circa 8 km – all’esterno della quale fu realizzato un canale largo ben 64 metri e profondo più di 4 metri.

La cinta muraria comprendeva 48 bastioni, posti ad intervalli regolari (ogni 169 metri), caratterizzati da una copertura particolarmente elaborata (*)

(*) Pyatthat, copertura tradizionale Birmana, costituita da una serie di falde concentriche a pianta quadrata-rettangolare, caratterizzata da una estremità superiore particolarmente affusolata, decorata con una sorta di ombrello ornamentale (Taing Bu o Kun Bu).

L’accesso al complesso era garantito da 12 porte, 3 per lato, uno per ogni simbolo zodiacale.

Le porte situate centralmente, caratterizzate da un Pyatthat a sette livelli, erano utilizzate esclusivamente dai membri della famiglia reale.

Great Audience Hall

Situata di fronte all’ingresso principale del Golden Palace Mandalay, The Great Audience Hall è una imponente edificio caratterizzato da un tetto particolarmente elaborato a sette livelli (Pyatthat).

La struttura è costituita dalla Central Audience Hall (Sala Centrale), situata centralmente, dalla Right Audience Hall e Left Audience Hall, situate rispettivamente a destra ed a sinistra della Sala Centrale.

Il Trono del Leone

Il complesso comprende complessivamente otto troni (ad uso esclusivo del sovrano).

Il Trono del Leone (Sihasana Palanka), realizzato interamente in Teak finemente lavorato, rappresenta il trono principale.

Il nominativo del trono deriva dal fatto che il basamento della struttura è decorato con sculture raffiguranti dei leoni.

Il Palazzo di Vetro

Residenza personale del sovrano Mindon, Il Palazzo di VetroHmannandawgyi – rappresenta uno degli edifici più grandi e spettacolari del Mandalay Palace.

La struttura comprende due settori distinti: la zona orientale, denominata “Il Trono delle Api”, e la zona occidentale, comprensiva di un’ampio soggiorno, della camera da letto reale (ad uso esclusivo del sovrano) e le camere da letto delle regine principali.

La Torre dell’Orologio

La Torre dell’Orologio – Bahozin – è una struttura a pianta quadrata, caratterizzata da un tronco inferiore realizzato in muratura, alla sommità del quale c’è una piattaforma in legno caratterizzata dalla classica copertura in stile Birmano dell’epoca (Pyatthat).

Un rudimentale orologio ad acqua (*) misurava il trascorrere delle ore. Ogni 3 ore un gong ed un’enorme tamburo posti alla sommità della torre scandivano le varie fasi della giornata.

La Torre della Reliquia

La Torre della Reliquia – Shwedawzin – è situata a sud della Torre dell’Orologio. Quest’ultima, realizzata interamente in muratura, è caratterizzata da uno stile architettonico tipicamente Birmano dell’epoca.

In particolare, la struttura si sviluppa su tre livelli: il basamento (primo livello), dal quale si erge un blocco a pianta rettangolare  caratterizzato superiormente da una terrazza (secondo livello), e la camera della reliquia (terzo livello), caratterizzata dalla tradizionale copertura a falde concentriche (Pyatthat).

Contrariamente a quanto si può pensare, la struttura non custodisce alcuna reliquia. La torre, infatti, fu costruita semplicemente perchè la tradizione prevedeva la realizzazione di tale struttura nei complessi reali…

La Corte Suprema

La Corte SupremaHluttaw – era l’edificio in cui venivano definite ed erogate le ordinanze del sovrano.

La struttura portante è costituita da imponenti colonne in teak, sulle quali poggia una enorme copertura multi-falda.

Il Mausoleo Reale

Situato nel settore nord-orientale del complesso, il Mausoleo Reale comprende le tombe dei principali membri della famiglia reale.

La tomba principale è quella del sovrano Mindon (1808-1878), fondatore di Mandalay, penultimo sovrano della dinastia Konbaung.

La Zecca Reale

La Zecca Reale fu il luogo in cui,a partire dal 1865, furono coniate le monete del regno .

Situata nelle vicinanze della Tomba del sovrano Mindon, la Zecca Reale è uno dei pochi edifici sopravvissuti ai bombardamenti alleati durante la Seconda Guerra Mondiale.

L’Osservatorio

L’OsservatorioNanmyintsaung – è una torre alta 24 metri, utilizzata dai membri della famiglia reale per contemplare il panorama.

Nonostante le imponenti dimensioni, fortunatamente l’Osservatorio non fu danneggiato durante i bombardamenti alleati del 1945.

Clicca sulla foto per vedere la galleria fotografica del Mandalay Palace

Facebook | INDOCINATOURS  Instagram | INDOCINATOURS