statistiche gratuite

Pyay Birmania

Alla scoperta dei principali itinerari di Pyay Myanmar

Home » Birmania » Destinazioni » Pyay

Pyay Birmania

Pyay è una cittadina di circa 130,000 abitanti, situata lungo la sponda orientale dell’Irrawaddy, 270km a nord di Yangon (Birmania centrale).

Mappa Pyay Myanmar » Vedi Mappa

Da un punto di vista amministrativo Pyay è il capoluogo dell’omonimo Distretto, Regione di Bago (Birmania Centrale).

Mappa Pyay Birmania (Myanmar)

Cenni Storici

La popolazione Pyu (etnia Tibeto-Birmana) furono i primi abitanti dell’odierna Birmania.

Secondo gli storici, tali popolazioni s’insediarono nei territori della Birmania centro-settentrionale intorno al V secolo a.C.

A partire dal II secolo a.C. sorsero i primi insediamenti urbani che progressivamente divennero delle vere e proprie municipalità autonome (città-stato), organizzate in una sorta di confederazione.

La cultura Pyu fu influenzata particolarmente dal commercio con l’India, da cui fu “importato” il Buddismo.

Il calendario Pyu, basato sulla dottrina Buddista, rappresenta tutt’oggi il calendario ufficiale del Paese.

Gli storici ritengono che la scrittura utilizzata dalla civiltà Pyu – Brahmì o Brahami, scrittura di origine Indiana – rappresenti la base dell’attuale alfabeto Birmano.

Le città-stato Pyu sorsero nelle fertili pianure dei fiumi Chidwin, MuIrrawaddy. Si riportano di seguito le principali:

Beikthano

Situata nella Regione di Minbu (odierna Taungdwingyi, Birmania Centrale), Beikthano fu il primo insediamento Pyu.

Fondata nel corso del II secolo a.C., Beikthano fu realizzata all’interno di una cinta muraria a pianta rettangolare (dim. 3 x 1 km).

Maingmaw

Maingmaw, denominata anche Mong Mao, era situata nella Regione di Kyaukse (circa 30 km a sud di Mandalay, Birmania settentrionale).

La città fu realizzata all’interno di una doppia cinta muraria: quella esterna con pianta quadrata, mentre quella interna circolare.

Binnaka

Binnaka, situata nelle vicinanze di Maingmaw, fu realizzata con una struttura molto simile a quest’ultima.

Halin

Halin, denominata anche Halingyi, era situata nella fertile pianura compresa tra i fiumi Mu ed Irrawaddy (la città più settentrionale della civiltà Pyu).

Fondata intorno al 70 d.C., Halin fu realizzata all’interno di una cinta muraria a pianta rettangolare (dim. 3,2 x 1,6 km), caratterizzata da ben 12 porte di accesso (3 per lato).

Secondo gli storici, tale configurazione ha influenzato la progettazione di altre importanti capitali del sud-est asiatico, tra cui Bagan (XI secolo),  Sukhothai (XIII secolo) e Mandalay (XIX secolo).

Halin fu il centro principale fino al VII-VIII secolo, periodo in cui fu superata da Sri Ksetra.

Nell’832 d.C. la città fu invasa e saccheggiata dal Regno di Nanzhao (*)

(*) Nanzhao – pronuncia Nan Chao – fu un regno costituito da popolazioni di etnia Bai, insediato nell’odierno Yunnan (Cina Meridionale) durante l’VIII e IX secolo d.C.

La città fu definitivamente abbandonata nell’870 d.C.

Sri Ketra

Sri Ksetra – denominata anche Thaye Khittaya, che letteralmente significa “Campo di Gloria” – fu fondata nel I secolo d.C. La città raggiunse il suo massimo splendore nel corso del VIII secolo d.C., periodo in cui fu proclamata capitale.

Realizzata all’interno di una cinta muraria alta 4,5 metri, l’area urbana di Sri Ketra interessava complessivamente una area di circa 1,400 ettari.

Situata lungo il corso dell’Irrawaddy, a circa 260 km dalla foce, Sri Ksetra fu un importante centro di scambi commerciali tra la Cina e l’India. Le navi dei mercanti Indiani risalivano il fiume e commerciavano le merci più svariate con la popolazione Pyu ed i mercanti Cinesi.

Sri Ketra Pyay Myanmar

Il declino della civiltà Pyu

Le ripetute invasioni da parte del Regno di Nanzhao indebolirono sensibilmente le città-stato Pyu.

Le popolazioni di etnìa Bamar, provenienti dal Regno di Nanzhao (odierno Yunnan, Cina meridionale), s’insediarono alla confluenza dei fiumi Irrawaddy e Chindwin e fondarono la città di Bagan.

Le città Pyu furono definitivamente annesse al Regno di Bagan nel corso del XI secolo (Primo Impero Birmano).

Durante il Regno di Bagan, la città fu rinominata Pyi (traslitterazione di Pyu).

Prome : periodo coloniale

Passata sotto il controllo dell’Impero Britannico a seguito della Seconda Guerra Anglo-Birmana (1853), la cittadina fu rinominata Prome

Durante il periodo coloniale la città divenne un importante centro commerciale.

Nel 1865, la società scozzese Henderson & Company costituì la Irrawaddy Flotilla Company (IFC), compagnia di navigazione per passeggeri e merci lungo il corso dell’Irrawaddy.

La IFC raggiunse l’apìce nel corso degli anni ’20, periodo in cui la compagnia contava oltre 600 battelli, circa 9 milioni di passeggeri ed oltre un milione di tonnellate di cargo all’anno.

Seconda Guerra Mondiale

Nel Dicembre del 1941 le truppe dell’Impero Giapponese invasero la Birmania.

I giapponesi, dopo aver conquistato Tavoy (odierna Dawei, Birmania meridionale) e Toungoo (cittadina della Birmania centrale), iniziarono a bombardare Prome la notte del 30 Marzo 1942.

Nonostante la valorosa resistenza delle truppe Inglesi, i Giapponesi conquistarono Prome il 2 Aprile del 1942. Durante la battaglia la città fu completamente rasa al suolo.

Nel Giugno del 1945 le truppe dell’Impero Giapponese si ritirarono definitivamente.

Con l’indipendenza della Birmania – 4 Gennaio 1948 – la città fu rinominata ufficialmente Pyay.

UNESCO

Dal 2014, i siti archeologici delle antiche città Pyu di Sri Ksetra, Beikthano e Halin rientrano ufficialmente tra i patrimoni dell’UNESCO.

Pyay cosa vedere

Shwesandaw Pagoda Pyay Birmania

Shwesandaw Pagoda

Shwesandaw Pagoda rappresenta uno dei maggiori siti religiosi della Birmania. Secondo la leggenda, infatti, la chedi dorata fu realizzata nel 589 a.C. per custodire alcuni capelli del Buddha.

Come consuetudine, la sommità della chedi – più alta di un metro rispetto alla famosa Shwedagon Pagoda di Yangon – è decorata con un pinnacolo ornamentale costituito da una serie di spire concentriche (Hti)

Bawbawdyi Pagoda

Bawbawdyi Pagoda rientra nel sito archeologico di Sri Ksetra (Thaye Khittaya), situato 8km a sud-est del centro abitato di Pyay.

Costruita nel corso del IV secolo d.C., la pagoda è caratterizzata da una struttura cilindrica alta 45 metri.

L’estremità superiore della pagoda è decorata con il tipico pinnacolo ornamentale in stile Birmano (Hti).

Bawbawgyi Pagoda Pyay Myanmar

Clima | Quando andare a Pyay

Pyay Birmania ha un clima caratterizzato da 3 stagioni, come di seguito specificato:

  • Novembre-Febbraio: la stagione fresca, caratterizzata da una elevata escursione termica giornaliera e temperature min. nell’ordine dei 12-15°C);
  • Marzo-Maggio: la stagione calda, caratterizzata da caldo torrido, con temperature diurne che raggiungono i 36-37°C;
  • Giugno-Ottobre: la stagione delle piogge, con 10-12 giorni piovosi al mese e temporali frequenti.

Meteo  Meteo Pyay Myanmar » clicca qui

 

Pyay Myanmar : come arrivare

Pyay Birmania è situata lungo l’autostrada che collega Yangon alla capitale Naypyidaw, circa 130km a sud-ovest di quest’ultima.

Da Yangon a Pyay il tragitto in pullman ha una durata di circa 7 ore.

In alternativa volo Yangon-Naypyidaw (80 minuti) e poi si procede per via stradale alla volta di Pyay (circa 3 ore).

Cerca volo Voli per Pyay Myanmar » Clicca qui

Facebook | INDOCINATOURS  Instagram | INDOCINATOURS