statistiche gratuite

Home » Cambogia » Destinazioni » Angkor » Phnom Bakheng

Phnom Bakheng

Periodo: inizio X secolo;

Sovrano: Yasovarman I (889-915);

Culto: Shiva (Induismo)

Il tempio di Phnom Bakheng sorge alla sommità di un rilievo – 70 metri s.l.m. – situato tra Angkor Wat e Angkor Thom. Vedi Mappa

Verso la fine del secolo IX secolo, il sovrano Yasovarman I decise di trasferire la capitale del regno da Haritharalaya – attuale Rolous – in prossimità di Phnom Bakheng (*)

(*) rilievo situato 20 km a nord-ovest di Rolous. Infatti, in lingua Khmer, “phnom” significa “collina”.

Denominata Yasodharapura, la nuova capitale fu realizzata nell’area circostante Phnom Bakheng, protetta da un canale esterno.

(*) Gli storici ritengono che Yasodharapura fosse più grande di Angkor Thom (quest’ultima realizzata circa 3 secoli dopo).

Descrizione

Phnom Bakheng fu il primo tempio Khmer ad essere realizzato secondo lo schema progettuale denominato “tempio-montagna”.

In particolare, Phonm Bakheng è caratterizzato da una struttura piramidale a gradoni (5 livelli concentrici).

I Santuari

Originariamente il complesso comprendeva ben 109 santuari (Prasat), come di seguito specificato:

  • 44 al piano terra, disposti attorno al basamento (piano terra);
  • 60 sui gradoni della piramide (12 per livello), posti ai vertici ed ai lati delle scale che conducevano alla terrazza superiore;
  • 5 santuari situati alla sommità del complesso, disposti a quinconce, con il santuario principale – più grande rispetto agli altri – posto centralmente (*)

(*) Come molti altri templi Khmer, i 5 santuari principali non stati realizzati nel centro geometrico della piramide, ma sono spostati leggermente verso ovest.

Lo spazio creato lungo il lato orientale era utilizzato dai bramìni per “risvegliare” gli dèi del tempio attraverso i raggi solari del mattino.

Il santuario centrale rappresenta il Monte Meru, la montagna sacra, dimora delle principali divinità della mitologia Induista, centro dell’Universo.

Gli altri 108 santuari rappresentano i 54 Deva (Angeli) ed i 54 Asura (Demoni), protagonisti della battaglia tra il bene ed il male.

Purtroppo, alla data odierna il numero dei santuari presenti è drasticamente inferiore rispetto alla configurazione originale del complesso (*)

(*) Negli anni ’70, Phnom Bakheng fu utilizzato come postazione di artiglieria da parte Khmer Rossi.

Veduta panoramica

Dal tempio di Phnom Bakheng, situato alla sommità dell’unico rilievo presente nell’area, si può ammirare una splendida veduta panoramica di Angkor Wat.

Facebook | INDOCINATOURS  Instagram | INDOCINATOURS