statistiche gratuite

Home » Laos » Destinazioni » Pakse » Wat Phou

Wat Phou

Wat Phou è un complesso templare Khmer, situato 40 km a sud di Pakse ed a soli 7 km dal centro di Champasak. Vedi Mappa

Cenni Storici

Shrestapura

Gli storici ritengono che il sito di Wat Phou fosse il complesso religioso dell’antica città di Shrestapura (*)

(*) Situata lungo il corso del Mekong, a soli 5 km di distanza dal Wat Phou, Shrestapura fu una delle capitali del Regno di Chenla.

La città fu successivamente annessa al Regno Champa.

Agli inizi del X secolo d.C., i territori della regione furono occupati dall’Impero Khmer.

Durante questo periodo storico, Shrestapura divenne il centro economico, religioso e culturale più importante della regione.

La Montagna del Linga

Wat Phou sorge alle pendici del monte Phou Khao, all’epoca denominato Lingaparvata (*)

(*) Nell’antica lingua Khmer, Wat Phou significa “Il Tempio della Montagna”.

La forma della cima del monte Phou ricorda vagamente l’organo sessuale maschile. Nell’Induismo il pene è considerato un simbolo sacro – Linga – associato a Shiva, una delle principali divinità della mitologia Induista.

Considerato un segno divino, il sovrano Khmer decise di realizzare un complesso templare dedicato a Shiva alla base del rilievo (che fu denominato Lingarparvata, “La Montagna del Linga”)

Il sovrano Yasorvarman I (899-915) commissionò la costruzione di un nuovo ed ampio complesso religioso. Quest’ultimo fu realizzato secondo il modello strutturale ed architettonico tipico dell’epoca (*)

(*) vedi Koh Ker in Cambogia.

Con l’avvento del Buddismo Theravada (XIV secolo), Wat Phou fu convertito al culto del Buddismo (come testimoniano le numerose immagini del Buddha presenti).

Patrimonio dell’UNESCO

Wat Phou è considerato un sito archeologico di straordinaria importanza. Dal 2001, Wat Phou e gli altri siti Khmer della provincia di Champasak rientrano ufficialmente tra i patrimoni dell’UNESCO.

Alla data attuale, la salvaguardia e conservazione del complesso, oltre che al Governo Laotiano, e affidata alla Fondazione Lerici, organizzazione italiana per la ricerca scientifica e per l’applicazione nel campo delle prospezioni geofisiche.

Descrizione

Il complesso è costituito da tre settori principali, in relazione alla posizione altimetrica:

Livello Inferiore

Caratterizzato da una enorme Baray – bacino idrico – situato di fronte all’ingresso principale del complesso (*)

(*) L’ingresso principale del complesso era caratterizzato da una porta finemente decorata in tipico stile Khmer (Gopura).

Attraversata la Gopura, si procede attraverso un percorso pavimentato, ai lati del quale sono presenti due enormi Baray (foto sotto).

Livello Intermedio

Situato alla fine del viale di accesso, il livello intermedio è caratterizzato da due enormi padiglioni a pianta quadrata risalenti al X-XI secolo d.C., decorati con bassorilievi raffiguranti Shiva e Vishnu.

Dietro al padiglione meridionale c’è una piccola struttura dedicata a Nandi (*)

(*) nella mitologia induista Nandi è un toro bianco (simbolo di purezza), fedele compagno di Shiva. Le quattro zampe di Nandi rappresentano la Verità, la Rettitudine, la Pace e l’Amore.

Alla base della scala che conduce al livello superiore, decorata con il Naga (il serpente sacro della mitologia Induista-Buddista), è presente una imponente statua di un Dvarapala, creatura mitologica posta a protezione del tempio.

Livello Superiore

Il livello superiore comprende il santuario principale del complesso.

La sala principale della struttura custodisce un altare con alcune statue del Buddha, dietro al quale è presente un locale – cella – caratterizzato da un Linga posto centralmente (*)

(*) organo sessuale maschile, simbolo sacro associato a Shiva.

Originariamente il Linga era bagnato dall’acqua – all’epoca considerata sacra – sgorgante dalle risorgive situate in prossimità della struttura.

Dietro al santuario c’è una scultura in ottimo stato di conservazione raffigurante la Trimurti, le tre divinità principali dell’Induismo: Shiva, Vishnu e Brahma (foto sotto).

Dalla sommità del Wat Phou si gode una bella veduta panoramica dell’intera valle del Mekong.

Museo

Nelle vicinanze dell’ingresso principale, c’è un piccolo Museo che espone diverse sculture ed reperti trovati dagli archeologi durante gli scavi nell’area del Wat Phou.

Il complesso è aperto al pubblico tutti i giorni dalle 08:00 alle 18:00.

2019 © Vacanzethai Co. Ltd. Tutti i diritti sono riservati. Termini e Condizioni di utilizzo del presente sito web

Facebook | INDOCINATOURS  Instagram | INDOCINATOURS