statistiche gratuite

Wat Na Phra Men

Wat Na Phra Men o Wat Na Phra Meru – “Il Monastero delle Pire Funerarie” – è situato a nord dell’isola che caratterizza l’Ayutthaya Historical Park. Vedi Mappa

Cenni Storici

Costruito nel 1503 dal sovrano Ramathibodi II (1491-1529), il complesso fu un importante crematorio reale, all’epoca denominato Wat Phra Meru Rachikaram.

Durante il regno di Chakkraphat (1548-1569) furono catturati numerosi elefanti bianchi, considerati sacri ed utilizzati esclusivamente dal sovrano.

La notizia si sparse velocemente ed il sovrano Birmano Bayinnaung (1551-1581) richiese ufficialmente due elefanti bianchi.

A seguito del rifiuto da parte di Re Chakkraphat, nel 1563 le truppe Birmane arrivarono alle porte di Ayutthaya e si posizionarono in prossimità del Wat Phra Meru Rachikaram.

Considerato l’imponente spiegamento nemico, Re Chakkraphat decise di trattare con il sovrano Birmano.

Quest’ultimo impose le seguenti condizioni: un tributo annuo costituito da trenta elefanti bianchi, oltre a trecento lingotti d’argento da consegnarsi presso il porto di Mergui (all’epoca il principale porto commerciale dell’Impero Birmano), in cambio della liberazione del principe Ramesuan, catturato durante la battaglia.

Re Chakkraphat accettò le condizioni imposte dal sovrano Birmano, a seguito del quale i prigionieri furono liberati e le truppe Birmane si ritirarono.

Nel 1760, durante una nuova offensiva, le truppe Birmane arrivarono alle porte di Ayutthaya e posizionarono l’artiglieria nuovamente nei pressi del Wat Phra Meru Rachikaram.

Nei due giorni seguenti, il Palazzo Reale fu gravemente danneggiato, sottoposto al tiro dell’artiglieria Birmana giorno e notte.

Dopo la caduta di Ayutthaya ad opera dell’Impero Birmano (1767), il tempio rimase abbandonato fino al 1835.

Successivamente, il sovrano Rama III (1824-1851) seguì una importante ristrutturazione del complesso (che fu restaurato nuovamente nel 1914 e nel 1957).

Descrizione

Le strutture principali del complesso sono la Ubosot (La Sala dell’Ordinazione) e la Vihara Khian (La Sala degli Affreschi).

La Ubosot

La Ubosot rappresenta l’edificio principale del complesso (foto sotto).

La facciata frontale del complesso è caratterizzata da una loggia principale, situata centralmente, contenente una immagine dorata del Buddha.

Ai lati della loggia principale, sono presenti due logge più piccole, attraverso le quali si accede all’interno della Ubosot.

Il timpano – la superficie triangolare racchiusa nella cornice del frontone – della loggia principale è decorato con elaborate sculture in legno, considerate tra le più belle del Regno di Ayutthaya (foto sotto).

La copertura, realizzata in legno, è sostenuta da due allineamenti di colonne a sezione ottagonale, la cui estremità superiore è decorata a forma di bulbo di fiore di loto (stile architettonico tipico del periodo di Sukhothai).

L’interno della Ubosot è caratterizzato da pitture murali raffiguranti 80 monaci buddhisti seguiti da alcune Bikkhu (monache)

In Buddha Incoronato

All’interno della Ubosot è situata una imponente immagine dorata del Buddha risalente al regno di Prasat Thong (1629-1656).

L’immagine, denominata Phra Buddha Nimitr Vichit Maramoli, è caratterizzata da ornamenti reali (la corona, orecchini, collane e dall’abbigliamento tipico del sovrano).

Phra Buddha Nimitr Vichit Maramoli è considerata una delle immagini del Buddha più belle del periodo di Ayutthaya.

La Vihara Khian

La Vihara Khian o “Sala degli Affreschi” fu costruita nel 1838 per custodire il Phra Khantharat.

La struttura (dim. 25 x 11,5 metri) è caratterizzata da elaborate decorazioni e pitture murali risalenti al regno di Rama III (1824-1851).

Il Buddha Khantharat

L’immagine del Buddha Phra Khantharat, denominata anche Phra Sri Ariamet Trai, risale all’inizio dell’VIII secolo.

Realizzata in pietra color verde, alta 5,20 metri, la statua del Phra Khantharat raffigura il Buddha nella postura del Dharma Chakra.

L’immagine è caratterizzata da uno stile tipico del periodo Gupta, impero che occupò gran parte dell’India settentrionale dal 240 al 550 d.C.

Originariamente custodita presso il Wat Phra Men di Nakhon Pathom, la preziosa immagine fu trasferita ad Ayutthaya.

Il Buddha Phra Khantharat è tutt’oggi custodito presso il Wat Na Phra Men.

Una immagine simile al Phra Khantharat, trovata sempre in provincia di Nakhon Pathom, è esposta presso il Museo Chao Sam Phraya.

Clicca sull’immagine per vedere la galleria

Facebook | INDOCINATOURS  Instagram | INDOCINATOURS