statistiche gratuite

Nakhon Pathom

Nakhon Pathom è una cittadina con una popolazione di circa 121,000 abitanti, situata 56 km ad ovest di Bangkok. Vedi Mappa.

La città sorge nel settore sud-occidentale della pianura alluvionale che caratterizza la Thailandia Centrale, a soli 50km dal Golfo della Thailandia.

Da un punto di vista amministrativo, Nakhon Pathom è il capoluogo dell’omonima provincia. Quest’ultima confina con le province di Suphan Buri, Ayutthaya, Nonthanburi, Bangkok, Samut Sakhon, Ratchaburi e Kanchanaburi.

Cenni storici

Il termine Nakhon Pathom deriva da “Nagara Pathama”, parole dell’antico linguaggio Pali che letteralmente significano “La Prima Città”.

Nakhon Pathom, infatti, è la città più antica del regno.

Nel corso del III secolo a.C., l’Imperatore Ashoka, sovrano dell’Impero Maurya (il più grande e potente impero dell’India Antica), inviò varie delegazioni di monaci buddhisti nei territori dell’attuale Indocina.

Arrivati nell’area dell’attuale Nakhon Pathom, i monaci realizzarono un tempio che fu denominato Wat Phra Pathom.

Periodo Dvaravati

A partire dal III secolo d.C., la città divenne uno dei centri principali del Regno Mon (*).

(*) Regno costituito da una serie di città-stato (municipalità autonome), situate nei territori dell’attuale Thailandia Centrale e Settentrionale.

Durante tale periodo storico – denominato Periodo di Dvaravati – si verificò una vera e propria “indianizzazione” della regione, culturale e religiosa.

Il Buddismo, in particolare, si diffuse im molti Paesi del continente asiatico.

Nel corso dell’XI secolo d.C. i territori del Regno Mon furono annessi all’Impero Khmer.

Con il declino dell’Impero Khmer (XIII secolo), Nakhon Pathom fu abbandonata.

La sedimentazione del Chao Phraya e la conseguente variazione del corso del fiume Tha Chin, resero i territori dell’area particolarmente aridi.

La popolazione residente decise pertanto di trasfersi 15km ad est, lungo il nuovo corso del fiume Tha Chin, fondando Sirichai (attuale Nakhon Chai Si).

Nakhon Pathom rimase abbandonata fino alla metà del XIX secolo.

Mongkut (Rama IV)

Nel 1831, il Principe Mongkut, figlio del sovrano Nangklao (Rama III, 1824-1851), scoprì la Phra Pathom Chedi, completamente “inghiottita” dalla fitta vegetazione tropicale.

Incoronato nel 1851 con l’appellativo di Rama IV (1851-1868), Mongkut commissionò la restaurazione della Phra Pathom Chedi.

Congiuntamente alla restaurazione della chedi, l’intero complesso religioso fu ampliato considerevolmente.

Dopo aver costruito una propria residenza a breve distanza dalla chedi, Mongkut fece scavare due canali – il Maha Sawat ed il Chedi Bucha – che collegavano il complesso con Bangkok.

Verso la fine del XIX secolo, la popolazione di Nakhon Chai Si fu trasferita nell’area circostante la Phra Pathom Chedi, creando di fatto l’attuale centro abitato di Nakhon Pathom.

Vajiravudh (Rama VI)

Nel 1902, il Principe Vajiravudh (figlio di Rama V, sovrano del regno con l’appellativo di Rama VI) fu incaricato dal sovrano di seguire personalmente i lavori di rivestimento della Phra Pathom Chedi.

Il Principe Vajiravudh decise di realizzare una residenza nelle vicinanze della Phra Pathom Chedi.

Completato nel corso del 1907, il complesso fu denominato Sanam Chandra Palace.

Cosa vedere a Nakhon Pathom

Si elencano di seguito i principali itinerari della provincia:

Quando andare a Nakhon Pathom

Da un punto di vista climatico, Nakhon Pathom è caratterizzata da 2 stagioni:
  • Maggio-Ottobre, la stagione delle piogge, con 10-15 giorni piovosi al mese e temporali;
  • Novembre-Aprile, la stagione secca, con precipitazioni ridotte ai minimi termini.

Marzo e Aprile sono i mesi più caldi, con temperature diurne che raggiungono i 36-37°C.

Nel periodo compreso da Novembre a Febbraio si registra un’escursione termica giornaliera elevata, con temperature minime nell’ordine dei 18-20°C.

Come arrivare a Nakhon Pathom

Situata 55km ad ovest di Bangkok, Nakhon Pathom è raggiungibile da quest’ultima in taxi/minivan in poco più di un’ora.

Facebook | INDOCINATOURS  Instagram | INDOCINATOURS