statistiche gratuite

Chiang Kham

Chiang Kham è una cittadina situata 60 km a nord-est di Phayao, 170 km a nord-est di Chiang Mai e 70 km a sud-est di Chiang Rai. Vedi Mappa.

Da un punto di vista amministrativo, Chiang Kham è un distretto – Amphoe – in provincia di Phayao.

La popolazione residente è costituita principalmente da Tai Lü (Tai Lue), gruppo etnico originario dello Yunnan (Cina meridionale).

Cultura e Tradizioni Tai Lü

La popolazione locale è costituita principalmente da Tai Lü, gruppo etnico originario dello Yunnan, Cina meridionale.

Al termine della Seconda Guerra Mondiale, il regime comunista di Mao Tse-tung pose fine al Regno Tai Leu e costrinse gran parte della popolazione ad emigrare nei territori della Thailandia del Nord e della Birmania nord-orientale.

In Thailandia, la maggioranza della popolazione di etnia Tai Lü s’insediò nelle province di Phayao e Nan.

Il centro storico di Chiang Kham annovera ancora diverse abitazione tradizionali, costruite interamente in legno.

Alcune di queste rappresentano dei veri propri musei, nei quali è possibile ammirare gli usi e costumi tipici della popolazione Thai Leu.

Clicca sull’immagine per vedere la galleria

Cosa vedere a Chiang Kham

Wat Nantaram

Wat Nantaram è situato lungo Tambon Yuan (1148), nell’area settentrionale di Chiang Kham.

Realizzato interamente in Teak, Wat Nantaram è caratterizzato da una elaborata copertura realizzata in tipico stile Shan (Tai Yai).

Non si hanno notizie certe sulle origini e relativa data di costruzione.

Originariamente il tetto del tempio fu realizzato utilizzando quella che i Thai chiamano “Ya Kha” (Imperata Cylindrica, pianta erbacea della famiglia delle Graminacee), in conseguenza del quale il tempio fu denominato “Wat Chong Kha”.

L’attuale nominativo del complesso deriva da Pho Thao Nanta, membro della facoltosa famiglia Wonganan. Quest’ultimo, buddista devoto, finanziò la ristrutturazione ed ampliamento del complesso.

A Pho Thao Nanta fu rinosciuto l’appellativo di “Pho Chong Taka Nanta” (*)

(*) “Pho Chong” significa letteralmente “colui che fondò il tempio”, mentre con il termine “Taka” s’intende “una brava persona, un uomo di buone azioni”

In onore di Pho Thao Nanta e della famiglia Wonganan, il tempio fu rinominato Wat Nantaram.

Wat Phra That Sop Waen

Wat Phra That Sop Waen è situato nell’area nord-occidentale di Chiang Kham.

La Vihara rappresenta la struttura principale del complesso.

Realizzata nel corso del XIV secolo d.C., la struttura e caratterizzata da una copertura realizzat in stile tipico del Regno Lanna.

Al suo interno sono custodite tre immagini dorate del Buddha, raffigurato seduto, in meditazione sotto l’albero della Bodhi.

Wat Phra Chao Nang Din

Wat Phra Chao Nang Din è situato nel sud-distretto di Wiang, 4 km a sud di Chiang Kham.

Il complesso rappresenta uno dei siti religiosi più venerati dalla popolazione locale.

La Vihara principale del complesso custodisce il Phra Chao Nang Din, immagine del Buddha raffigurato seduto, nella posizione del Bhumisparsha Mudra.

A differenza di tutte le altre immagini del Buddha, poggianti su di un piedistallo (Chukkachi), il Phra Chao Nang Din poggia direttamente sul pavimento del tempio (foto sotto).

Secondo la leggenda, l’immagine fu realizzata più di 2,500 anni fa.

All’epoca, gli abitanti del luogo costruirono un basamento su cui porre l’immagine. Tuttavia, nonostante ripetuti tentativi, non riuscirono a sollevarla.

Phra Chao Nang Din, infatti, significa “Il Buddha seduto sul terreno”.

Cascata Phu Sang

Phu Sang Waterfall è situata a 20km da Chiang Khama soli 200 metri dagli Uffici Governativi del Parco Nazionale di Phu Sang. Vedi Mappa

Caratterizzata da un dislivello di 25 metri, la cascata è generata da una sorgente termale (la temperatura dell’acqua è di 33-35°C).

Phu Sang waterfall rappresenta il luogo ideale per rinfrescarsi durante le giornate più calde e trascorrere qualche ora in totale relax, circondati da una natura incontaminata.

Clima | Quando andare a Chiang Kham

La provincia di Phayao è caratterizzata da 2 stagioni ben definite:

  • Novembre-Aprile, la stagione secca, con precipitazioni ridotte ai minimi termini;
  • Giugno-Ottobre, la stagione delle piogge, con 10-12 giorni piovosi al mese e temporali frequenti.

Marzo-Aprile-Maggio sono i mesi più caldi, con temperature diurne nell’ordine dei 35-36°C.

Da Novembre a Febbraio si registra una elevata escursione termica, con temperature minime nell’ordine dei 8-12°C

Facebook | INDOCINATOURS  Instagram | INDOCINATOURS