statistiche gratuite

Sukhothai

Sukhothai è una città con una popolazione di circa 37,000 abitanti situata 430 km a nord di Bangkok. Vedi Mappa

La città attuale, per distinguerla dall’antica capitale del regno, è stata denominata Sukhothai Thani (foto sotto).

Da un punto di vista amministrativo, Sukhothai Thani è il capoluogo dell’omonima provincia. Quest’ultima è la più meridionale delle provincia della Thailandia del Nord.

Cenni Storici

Sukhothai – che letteralmente significa “Alba della Felicità” – fu fondata intorno al X secolo d.C. da popolazioni di etnia Tai provenienti dai territori settentrionali

Nel corso del XII secolo, Sukhothai divenne un importante centro commerciale ed avanposto dell’Impero Khmer.

A causa di una politica fiscale proibitiva, nel 1239 la popolazione locale, guidata dai fratelli Khun Phameung e Khun Bangklanghao, si ribellò all’Impero Khmer e proclamò la propria indipendenza. Nacque così il Regno di Sukhothai, considerato l’inizio della civiltà Thai.

Ramkhamhaeng Il Grande

Bangklanghao fu incoronato con il nominativo di Sri Indraditya, fondatore della Dinastia Reale Phra Ruang.

Sri Indraditya iniziò un’opera di unificazione ed espansione del Regno. La “Golden Age” del regno proseguì con i figli di Sri Indraditya, Ban Mueang e, soprattutto, Ramkhamhaeng. Quest’ultimo, denominato “Ramkhamhaeng Il Grande”, proclamò il Buddhismo Theravada religione ufficiale.

Durante il suo regno, Ramkhamhaeng descrisse questo periodo storico con delle iscrizioni su una stele di pietra (denominata “La Stele di Ramkhamhaeng”). Tali iscrizioni sono considerate dagli storici la base dell’attuale alfabeto della lingua Thai.

La stele fu scoperta da Mongkut (Rama IV) soltanto nel 1833, circa 600 anni dopo (*)

(*) La stele è attualmente custodita presso il Museo Nazionale di Bangkok. Una copia è esposta in prossimità del Monumento di Ramkhamhaen (foto a fianco)

Il declino

Alla morte di Ramkhamhaeng (1298), il regno iniziò un lento ed inevitabile declino.

L’importante città di Suphanburi (sud) e gli stati tributari di Uttaradit (nord), Mon (ovest), Luang Prabang e Vientiane (nord-est) proclamarono la propria indipendenza.

Verso la fine del XV secolo, Sukhothai fu annessa al Regno di Ayutthaya.

A causa della guerra con l’Impero Birmano, nel 1584 il sovrano Naresuan ordinò l’abbandono della città.

Dopo aver proclamato Bangkok quale nuova capitale del Regno (1781), Rama I commissionò la costruzione di numerosi templi.

Durante questo periodo storico, numerose immagini del Buddha furono trasferite da Sukhothai a Bangkok.

Tra queste, vale la pena menzionare lo splendido Phra Sri Sakyamuni, una statua in bronzo del Buddha alta 8 metri, tutt’oggi custodita all’interno del Wat Suthat di Bangkok.

Cosa vedere a Sukhothai

I principali itinerari turistici della provincia sono rappresentati dal Sukhothai Historical Park e dal Si Satchanalai Historical Park, entrambi riconosciuti ufficialmente dall’UNESCO nel Dicembre 1991.

⇒ Scopri Sukhothai Historical Park

⇒ Scopri Si Satchanalai Historical Park

 

Quando andare a Sukhothai

La Thailandia del Nord è caratterizzata da 2 stagioni ben definite:

  • Maggio-Ottobre, la stagione delle piogge, con 10-15 giorni piovosi al mese e temporali;
  • Novembre-Aprile, la stagione secca, con precipitazioni ridotte ai minimi termini.

Marzo e Aprile sono i mesi più caldi, con temperature diurne che raggiungono i 36-37°C.

Nel periodo compreso da Novembre a Febbraio, Sukhothai registra una elevata escursione termica giornaliera, con temperature minime nell’ordine dei 15-16°C.

Come arrivare a Sukhothai

Aereo

Bangkok Airways, proprietaria dell’aeroporto di Sukhothai (Codice IATA: THS), propone due voli giornalieri da/per Bangkok.

Il volo da Bangkok ha una durata di circa 1 ora e 15 minuti.

Bus

Dal Bangkok Northern Bus Terminal – situato a Mochit – sono disponibili numerosi autobus di linea e privati con destinazione Sukhothai (con partenze dalle 07:00 alle 20:00). La durata del tragitto è di circa 8 ore.

Treno

La stazione ferroviaria più vicina è Phitsanulok.

Dalla stazione Hua Lamphong di Bangkok la tratta in treno fino a Phitsanulok ha una durata di circa 6 ore. Arrivati a Phitsanulok si procede in minivan/autobus alla volta di Sukhothai (60km)

Facebook | INDOCINATOURS  Instagram | INDOCINATOURS