statistiche gratuite

Wat Si Chum

Wat Si Chum è situato all’esterno della cinta muraria, nelle vicinanze del Wat Phra Phai Luang (settore settentrionale). Vedi Mappa

Fondato nel corso del XIII secolo, Wat Si Chum significa “Il Tempio dell’Albero della Bodhi”, l’albero sacro del Buddismo (*), sotto il quale Siddharta Gautama raggiunse l’Illuminazione.

(*) Fico Sacro o Ficus Religioso

Il tempio comprende due strutture principali: la Viharn e la Mondop (Mandapa).

Quest’ultima custodisce una imponente immagine del Buddha (alta 15 e larga 11 metri, la più grande immagine del Buddha dell’intero sito) nella tipica posizione del Bhumisparsha Mudra.

La statua è denominata “Phra Achana”, che letteralmente significa “Colui che non ha paura”.

Il Buddha che parla

L’imponente immagine del Buddha è denominata anche “Phra Pud Dai”, ovvero “Il Buddha che parla”.

Secondo la leggenda, in un periodo caratterizzato da frequenti battaglie contro l’Impero Birmano (XVI secolo), per “caricare” le proprie truppe, il sovrano Naresuan prima di ogni battaglia riuniva i soldati all’interno del tempio.

Ad insaputa dei soldati, un uomo del sovrano saliva dietro la possente immagine e pronunciava delle frasi che, grazie all’effetto acustico prodotto della struttura, ai soldati sembravano pronunciate dal Buddha…

Facebook | INDOCINATOURS  Instagram | INDOCINATOURS